ESAME OBIETTIVO DELLA RADICE C8

LIVELLO MOTORIO

IL muscolo flessore profondo delle dita è innervato dal nervo mediano e ulnare ed è rappresentativo del livello radicolare C8, agisce flettendo la 3a falange del 2°, 3°, 4° e 5° dito; in contra­zione forzata flette anche le seconde falangi e coopera alla flessione delle prime falangi e della mano.

Nell’immagine viene rappresentato il test di forza muscolare del muscolo muscolo flessore profondo delle dita.

LIVELLO SENSITIVO

Il territorio cutaneo di innervazione specifico è la regione antero distale del quinto dito della mano

RIFLESSO OSTEOTENDINEO

Nessun riflesso

La Rieducazione Posturale Globale in pazienti con dolore cervicale cronico non specifico: analisi cross-over di uno studio randomizzato controllato

Un doveroso Grazie al Prof Paolo Pillastrini per aver pubblicato  un altro studio che dimostri come la RPG possa indurre effetti ipoalgesici, ridurre la disabilità e la chinesiophobia e migliorare la flesso/estensione nell’ambito, in questo specifico studio, del ROM cervicale

«La Rieducazione Posturale Globale in pazienti con dolore cervicale cronico non specifico: analisi cross-over di uno studio randomizzato controllato».

Obiettivo: Sono stati confrontati gli effetti della Rieducazione Posturale Globale (RPG) e di un intervento di Terapia Manuale (TM) in partecipanti con dolore cervicale cronico non specifico.

Metodi: È stata effettuata una analisi pre-trattamento e post-trattamento dei dati cross-over da un RCT. Settattantotto soggetti, affetti da dolore cervicale non specifico cronico, con età compresa tra 18 e 80 anni, hanno completato lo studio. Il gruppo che aveva ricevuto RPG è passato alla TM e il precedente gruppo trattato con TM ha ricevuto RPG per 9 sedute, una o due volte alla settimana. Le misure sono state valutate pre-trattamento e post-trattamento. Le misure di esito hanno incluso l ’intensità del dolore [Scala Analogo-Visiva (VAS)], la disabilità (Neck Disability Index), il range di movimento cervicale (ROM) e la chinesiofobia [Tampa Scale of Kinesiophobia (TSK)].

Risultati:La RPG effettuata sui partecipanti ha prodotto maggiori miglioramenti nel dolore [Difference (Diff)= -8.6; 95% CI= (-13.3; -3.8)], nella disabilità [Diff=-1.5; 95% CI=(-2.8; -0.1)], nella chinesiofobia (Diff=-1,8; 95% CI=(-3,2; -0,3)], e nella flesso/estensione cervicale [Diff=5,6; 95% CI=(1,8; 9,3)] rispetto al gruppo che ha ricevuto TM. Nel valutare il miglioramento clinico mediante le “Minimal Clinically Important Differences”, è risultato che la RPG abbia maggiormente ridotto in modo rilevante la disabilità cervicale rispetto alla MT [OR=2.13; 95% CI=(1.05; 4.35)], mentre il miglioramento del dolore non differiva tra i gruppi [OR=1,84, 95% CI=(0,85, 3,99)].

Conclusioni: Questi risultati all’interno del gruppo incrociato confermano i precedenti risultati di un RCT con lo stesso campione. La sequenza di trattamento (RPG-poi-TM vs TM-poi-RPG) non sembra indebolire gli effetti maggiori della RPG rispetto all’approccio TM per il dolore cervicale cronico. I nostri risultati suggeriscono che la RPG può indurre effetti ipoalgesici, ridurre la disabilità e la chinesiophobia e migliorare la flesso/estensione nell’ambito del ROM cervicale.

SORGENTE

I° CONGRESSO INTERNAZIONALE DI RIABILITAZIONE FASCIALE

Razionale

Il Congresso vuole proporre una visione unitaria dell’approccio riabilitativo nei contesti delle patologie dolorose che coinvolgono le strutture fasciali, intendendo con questo termine vari tessuti di struttura e funzione diversa: dal tessuto connettivo lasso al denso, dalle sierose ai legamenti viscerali, dal connettivo neurale a quello muscolare. È nostra opinione che per gli ambiti riabilitativi si debba sviluppare una integrazione tra la concettuale anatomica specificamente rivolta al tessuto fasciale di per sé, contestuale a quella proposta dalla Federative Committee on Anatomical Terminology (A fascia is a sheath, a sheet or any number of other dissectable aggregations of connective tissue that forms beneath the skin to attach, enclose, separate muscles and other internal organs), e quella funzionale intesa quale network della continuità tra diversi livelli gerarchici di organizzazione corporea che si realizza attraverso la struttura multidimensionale e multifunzionale delle fasce stesse.

Tutto quanto sopra si inscrive nell’ottica dell’unicità e della globalità dell’Essere Umano, dove gli ambiti terapeutici riabilitativi necessitano, per realizzarsi con beneficio, che si tenga in conto che il trattamento fasciale risulta incompleto qualora non si ripristini l’equilibrio corporeo. Allo stesso modo, se non si risolvono le resistenze fasciali, il trattamento riabilitativo degli aspetti neuromuscolari non può concorrere al ripristino di una dinamica corporea ottimale.

 

Per maggiori info consulta il Programma Scientifico

 

 

Iscrizioni

Quota di Iscrizione al Congresso: € 250,00 + iva (22%)      € 305,00

Quota ridotta: € 220,00 + iva (22%)    268,40 per i Fisioterapisti che hanno frequentato il corso base di Rieducazione Posturale Globale – RPG e che si iscrivono tramite l’AIRPG

 

Per iscriversi compilare la scheda di Iscrizione allegata ed inviarla all’indirizzo mail segreteria@airpg.it allegando anche:

  • Copia della ricevuta del bonifico (Intestazione: Associazione Italiana Rieducazione Posturale Globale, IBAN: IT 27 O 0623030545 000046467396) di € 268,40 con la seguente causale: Cognome e Nome della persona da iscrivereIscrizione I° Congresso Internazionale di Riabilitazione Fasciale – ROMA”;
  • Copia dell’attestato finale del Corso Base di Rieducazione Posturale Globale.

ESAME OBIETTIVO DELLA RADICE C7

LIVELLO MOTORIO

IL muscolo Tricipite Brachiale è innervato dal nervo radiale ed è rappresentativo del livello radicolare C7

Nell’immagine viene rappresentato il test di forza muscolare del muscolo Tricipite Brachiale.

LIVELLO SENSITIVO

Il territorio cutaneo di innervazione specifico è la regione antero distale del dito medio della mano

RIFLESSO OSTEOTENDINEO

Il riflesso tricipitale l’immagine ne esemplifica l’evocazione

TIPI DI ARTICOLAZIONI SINOVIALI

I sei tipi di articolazioni sinoviali consentono al corpo di muoversi in vari modi.

(a) Articolazioni a perno (trocoide) consentono la rotazione attorno a un asse, ad esempio tra la prima e la seconda vertebra cervicale, che consente la rotazione laterale della testa.

(b)Articolazione a cerniera (Troclea) del gomito funziona come una cerniera della porta.

(c) L’articolazione tra l’osso carpale del trapezio e il primo osso metacarpale alla base del pollice è un’articolazione a sella.

(d) Le articolazioni planari o piane(Artrodia), come quelle tra le ossa tarsali del piede, consentono movimenti limitati di scorrimento tra le ossa.

(e) L’articolazione radiocarpale del polso è un’articolazione condiloidea.

(f) Le articolazioni dell’anca e della spalla (ENARTROSI) sono le uniche articolazioni del corpo. definite anche Ball and Socket.

Test per il piede Piatto correggibile e non correggibile

Osservate i piedi del paziente mentre è in piedi e sulle punte o mentre è seduto.

Se l’arcata longitudinale e mediale è assente in tutte e due le posizioni, il paziente ha dei piedi piatti rigidi.

Se l’arco è presente mentre sale sulle punte o è seduto, ed è assente solamente quando egli sta in piedi, il suo piede piatto non è rigido ed è correggibile grazie all’azione delle posture RPG.

ESAME OBIETTIVO DELLA RADICE C6

LIVELLO MOTORIO

muscolI estensori del carpo sono innervati dal nervo radiale ed è rappresentativo del livello radicolare C6 così come il muscolo deltoide innervato dal nervo ascellare.

Nell’immagine viene rappresentato il test di forza muscolare dei muscoli estensori del carpo.

LIVELLO SENSITIVO

Il territorio cutaneo di innervazione specifico è la regione antero distale del pollice della mano

RIFLESSO OSTEOTENDINEO

Il riflesso brachioradiale ma anche bicipite che è innervato oltre che da C5 anche da C6

ESAME OBIETTIVO DELLA RADICE C5

LIVELLO MOTORIO

Il muscolo bicipite è innervato dal nervo muscolo-cutaneo ed è rappresentativo del livello radicolare C5 così come il muscolo deltoide innervato dal nervo ascellare.

Nell’immagine viene rappresentato il test di forza muscolare del muscolo bicipite.

LIVELLO SENSITIVO

Il territorio è la porzione laterale della fossa antecubitale

RIFLESSO OSTEOTENDINEO

Il riflesso bicipitale

NATALE AIRPG

AIRPG VI AUGURA BUONE FESTE CON UNA SERIE DI INTERESSANTI PROMOZIONI.

SCONTO DEL 10%  PER ISCRIZIONI AL CORSO IMAGING CHE PERVENGONO ENTRO IL 7 GENNAIO 2018

 

 

INSCRIERE LA CURS

 

 

ACQUISTA

ACQUISTA

 

RPG e SPONDILOLISTESI

La spondilolistesi è lo scivolamento anteriore, anterolistesi, o posteriore, retrolistesi, di una vertebra rispetto alla vertebra sottostante. Le spondilolistesi possono essere presenti a qualsiasi livello vertebrale, anche se la loro incidenza è più elevata nel tratto lombare. La Rieducazione Posturale Globale – RPGSOUCHARD rappresenta, grazie alle sue posture terapeutiche, un valido strumento per contrastare l’evoluzione di questa condizione patologica. Il trattamento fisioterapico deve essere orientato dalla valutazione posturale, funzionale e dalla conoscenza della condizione patologica.

Normalmente la faccetta articolare inferiore di ciascun corpo vertebrale lombare si trova posteriormente alla faccetta articolatoria superiore del corpo sottostante

  • Se la connessione ossea tra le faccette articolari inferiore e superiore (pars interarticularis) è difettosa, il peso del corpo può causare che la vertebra superiore, inclusi tutti i corpi vertebrali sopra di esso, scivoli in avanti in misura variabile sul corpo sottostante ( spondilolistesi)
  • Il difetto nella pars interarticularis è chiamato spondilolisi
  • La spondilolisi non è presente alla nascita ma aumenta con l’aumentare dell’età
  • Quando sintomatico, il dolore è il sintomo più frequente sia per la spondilolisi sia per la spondilolistesi
  • Esistono diverse eziologie per la spondilolistesi

Spondilolistesi Istmica (spondilolitica)

  • È il tipo più comune e deriva da difetti bilaterali nella pars interarticularis
  • Ha una prevalenza da maschio a femmina 2: 1
  • Con spondilolisi bilaterale, l’aspetto posteriore del corpo vertebrale si separa dal corpo anteriore
  • Il corpo posteriore rimane fisso in posizione mentre la parte anteriore è libera di scivolare in avanti
  • La causa della spondilolisi sembra essere una combinazione di una pars displasica alla nascita associata a stress a lungo termine della postura eretta
  • Alcuni sforzi atletici (ad es. Calcio, sollevamento pesi, tennis e lotta) sembrano aumentare questi stress
  • Le fratture della pars possono guarire con una pseudartrosi o anchilosi fibrosa

 

Spondilolistesi degenerativa

  •  Più frequente al livello L4-L5
  • Non è il risultato di un difetto di pars ma di una complessa interazione tra il disco, le faccette articolari e le strutture legamentose
  • Di solito c’è restringimento, sclerosi delle faccette articolari a causa dell’osteoartrosi
  • C’è meno slittamento in avanti (spondilolistesi) in questo gruppo rispetto al gruppo spondilolitico
  • La retrolistesi (slittamento all’indietro di un corpo vertebrale sul corpo sottostante) può verificarsi con l’osteoartrosi delle faccette articolari

Spondilolistesi displasica

  • Conseguenza di anomalie congenite del corpo e/o faccette nella regione lombare in modo tale che l’allineamento delle faccette consenta la comparsa della spondilolistesi
  • La pars può o non può essere intatta
  • Le femmine sono più inclini ad avere questo tipo rispetto ai maschi (2: 1)
  • I sintomi di solito si sviluppano durante il periodo di crescita dell’adolescente

Spondilolistesi traumatica

  • Il trauma può portare a una frattura acuta attraverso una normale interarticularis
  • Conseguenza di un difetto diastatico che può portare a una spondilolistesi

Spondilolistesi patologica

  • molto rara e provocata da malattie che indeboliscono l’osso come i tumori, le patologie metaboliche come il morbo di Paget ed infezioni ossee come la Tubercolosi.

Risultati di imaging

  • La radiografia convenzionale nelle proiezioni antero-posteriore, laterale ed entrambe le oblique è solitamente adeguata per dimostrare sia la spondilolisi sia la spondilolistesi
  • La spondilolisi appare come una rottura nel “collo” del cane Scottie nella vista obliqua l’immagine tipica del cagnolino con una interruzione (lisi) a livello del collo
  • La spondilolisi bilaterale è visibile nella vista laterale
  • Lo slittamento in avanti di un corpo vertebrale sull’altro è osservato e classificato nella vista laterale
  • La spondilolistesi è classificata in questo modo:
  1. GRADO Iー il corpo vertebrale soprastante scivola sul corpo vertebrale sottostante in una misura dello 0-25%
  2. GRADOI I il corpo vertebrale soprastante scivola sul corpo vertebrale sottostante in una misura dello 25-50%
  3. GRADO IIIー il corpo vertebrale soprastante scivola sul corpo vertebrale sottostante in una misura dello50-75%
  4. GRADO IV il corpo vertebrale soprastante scivola sul corpo vertebrale sottostante in una misura dello >75%
  5. Spondiloptosi ovvero lo scivolamento integrale di una vertebra rispetto a quella sottostante.