Posted on Lascia un commento

GLOBAL POSTURAL REEDUCATION IN THE TREATMENT OF ADOLESCENT IDIOPATHIC SCOLIOSIS | DIMITROVA | FIEP Bulletin On-line

ABSTRACT: Il trattamento fisioterapico conservativo della scoliosi adolescenziale, non ha dimostrato un’efficacia duratura nella correzione delle curve. La Rieducazione Posturale Globale (RPG) è un metodo innovativo di correzione della postura sviluppato da Ph. Souchard.

Nonostante il metodo sia ampiamente utilizzato clinicamente per la prevenzione e la riabilitazione delle disfunzioni muscolo-scheletriche, la letteratura è ancora scarsa e fornisce risultati controversi. L’attuale studio si propone di valutare l’efficacia del metodo di RPG nel trattamento della scoliosi idiopatica dell’adolescente.

Quarantanove bambini (dai 10 ai 16 anni), con scoliosi idiopatica adolescenziale (angolo di Cobb tra 10 ° e 25 °), sono stati trattati presso il Dipartimento di Fisioterapia e studio privato per il periodo di 10 anni.

Furono randomizzati in due gruppi di trattamento. Il gruppo RPG (n = 26) ha effettuato  stretching delle catene muscolari, mentre il gruppo di controllo (n = 23) ha eseguito un programma di fisioterapia tradizionale, che comprendeva esercizi simmetrici per i muscoli del tronco, arti inferiori e superiori.

Nello studio clinico sono state ottenuti nel gruppo RPG differenze statisticamente significative  nella riduzione dei seguenti parametri: l’angolo di Cobb, la distanza della linea verticale tra occipite e solco gluteo, l’asimmetria scapolare e la deviazione verticale dell’apice per scoliosi (p <0.01).

Nel gruppo di controllo, questi risultati non sono migliorati in modo significativo. Un approccio terapeutico RPG appare più efficace rispetto a un programma di fisioterapia convenzionalmente usato nel trattamento della scoliosi idiopatica adolescenziale.

Sorgente: GLOBAL POSTURAL REEDUCATION IN THE TREATMENT OF ADOLESCENT IDIOPATHIC SCOLIOSIS | DIMITROVA | FIEP Bulletin On-line

Posted on Lascia un commento

Acufene oggettivo pulsante – Yacovino – 2015 – Clinical Case Reports – Wiley Online Library

L’acufene è una percezione di suono indesiderato, in molti casi, non vi è alcuna vera fonte fisica del suono e meno del 10% soffre di acufene pulsante. Se l’acufene può essere rilevata da un medico è definito come oggettivo. Nella maggior parte dei pazienti con acufene oggettivo pulsante ,  può essere identificata una eziologia curabile.

Sorgente: Objective pulsatile tinnitus – Yacovino – 2015 – Clinical Case Reports – Wiley Online Library

Posted on Lascia un commento

Revisione sistematica della letteratura di diagnostica per immagini della degenerazione della colonna vertebrale nelle popolazioni asintomatiche

AJNR Am J Neuroradiol. 2015 Apr;36(4):811-6. doi: 10.3174/ajnr.A4173. Epub 2014 Nov 27. Research Support, N.I.H., Extramural

Abstract
BACKGROUND E SCOPO:
Le alterazioni degenerative si trovano comunemente nella diagnostica per immagini della colonna vertebrale, ma spesso si verificano in soggetti senza dolore così come IN quelli con dolore alla schiena. Abbiamo cercato di stimare la prevalenza, per età, delle comuni condizioni degenerative della colonna vertebrale effettuando una revisione sistematica, studiando, in soggetti asintomatici, la prevalenza della degenerazione della colonna vertebrale all’imaging.
MATERIALI E METODI:
Abbiamo eseguito una revisione sistematica degli articoli con una prevalenza di reperti di imaging (TC o RM) in individui asintomatici dalla letteratura inglese pubblicata ad aprile 2014. Due revisori hanno valutato ogni manoscritto. Abbiamo selezionato gruppi di età per decade (20, 30, 40, 50, 60, 70, 80 anni), che determina le stime di prevalenza età-specifici. Per ogni risultato di imaging, abbiamo collocato un modello generalizzato lineare mixed-effects per la stima di prevalenza di clustering specifica per età nello studio, aggiustando per il punto medio dell’intervallo di età segnalata.
RISULTATI:
Trentatré articoli con report di imaging per 3110 individui asintomatici hanno incontrato i nostri criteri di inclusione dello studio. La prevalenza della degenerazione del disco in soggetti asintomatici è aumentata dal 37% per i ventennii al 96% per gli ottantenni. La prevalenza del bulging discale è aumentata dal 30% di questi 20 anni di età per 84% dei 80 anni di età. Protrusione del disco prevalenza è aumentata dal 29% per i ventenni al 43% per gli ottantenni. La prevalenza di fissura anulare è passata dal 19% per i ventenni al 29% per gli ottantenni.
CONCLUSIONI:
La degenerazione del rachide nei referti di imaging è presente in alte percentuali di individui asintomatici, aumentata con l’età. Molte caratteristiche degenerative di imaging-based sono probabilmente parte del normale invecchiamento e non associate al dolore. Questi risultati di imaging devono essere interpretati nel contesto delle condizioni cliniche del paziente.

Posted on Lascia un commento

Anatomia del Muscolo Supraspinatus

Educational video che descrive l’attività del muscolo sopraspinatus appartenente alla cuffia dei rotatori della spalla

Posted on Lascia un commento

CORSO BASE ROMANIA 2016/2017

 APERTURA ISCRIZIONI

CORSO BASE ROMANIA

 

photo_2015-11-24_11-12-38

 

 

ISCRIZIONE

Dati Bonifico: Intestazione: Associazione Italiana Rieducazione Posturale Globale

IBAN: IT 27 O 0623030545 000046467396

Causale Bonifico:

COGNOME NOME (del corsista) “CORSO BASE CRAIOVA”

 

 

Posted on 2 commenti

Rieducazione Posturale Globale e Scoliosi risultato di trattamento

Scoliosi in ragazza di 14 anni gia trattata nei due anni precedenti senza grandi risultati.

In accordo con un medico ortopedico dell’Ospedale Rizzoli Bologna si decide per il trattamento in RPG Souchard evitando l’uso del busto.

Inizialmente si nota il grande sbilanciamento anteriore e sinistro del tronco ( shift) rispetto al bacino, che si evidenzia con una netta iperlordosi lombare, un’ asimmetria dei triangoli della taglia ( frecce rosse in vista posteriore) ed un fuoriasse della nuca. La componente di rotazione dei corpi vertebrali in radiografia è molto marcata. Il carico è distribuito in maniera asimmetrica con circa 3kg in più sull’arto inferiore di destra.

Risultato alla quinta seduta:

Netto miglioramento delle simmetrie ( triangoli della taglia, frecce verdi), quasi completa risoluzione dello shift, residua piccola asimmetria nucale, lordosi lombare fisiologica e sbilanciamento anteriore ( di profilo distanza tra asse rosso e curva lombare).

Paziente trattata esclusivamente mediante Rieducazione Posturale Globale.

Frequenza: 1 trattamento a settimana ed esercizi specifici giornalieri di autogestione a casa.

 

Sorgente: Scoliosi e Rieducazione Posturale Globale Roma | Fisioterapia Roma

Posted on Lascia un commento

Lombalgia: uno studio rileva 9 diversi fattori scatenanti

Il Mal di schiena è una delle lamentele più comuni negli studi di cure primarie, ma la patogenesi e la presentazione della lombalgia può essere molto complessa da paziente a paziente. Taylor e colleghi hanno cercato di definire l’incidenza del mal di schiena e dei suoi fattori di rischio associati a una revisione sistematica pubblicata nel 1 ottobre 2014, issue of the Spine Journal.

Quarantuno studi osservazionali sono stati inclusi nell’analisi finale. La stima complessiva dell’incidenza di lombalgia in media durante un periodo di 12 a 84 mesi è stata del 26%.

Il fattore di rischio più importante  è stata una precedente storia di lombalgia. L’età avanzata non è stata significativa nel predire una maggiore incidenza di mal di schiena, né sono state le convinzioni dei pazienti in materia di mal di schiena. La cattiva salute generale è stato un fattore di rischio discordante per la lombalgia.

La ricerca osservazionale è limitata da molteplici potenziali errori. L’attuale studio si avvale di un disegno case-crossover per eliminare potenziali variabili confondenti e in seguito valutare i fattori di rischio per la lombalgia acuta.

Reference: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24462537

Trigger OR (95% CI)
Disattento durante un’attività. 25.0 (3.4 – 184.5) .002
Postura scomoda 8.0 (5.5 – 11.8) <.001
Oggetti non vicini al corpo 6.2 (2.4 – 15.9) <.001
Compito manuale che coinvolge persone o animali 5.8 (2.3 – 15.0) <.001
Instabile, squilibrato, o difficile da afferrare 5.1 (2.4 – 10.9) <.001
Carichi pesanti 5.0 (3.3 – 7.4) <.001
Solo l’attività fisica vigorosa 3.9 (2.4 – 6.3) <.001
Fatica 3.7 (2.2 – 6.3) <.001
Attività fisica moderata o vigorosa 2.7 (2.0 – 3.6) <.001
Consumo di alcool 1.5 (0.6 – 3.7) NS
L’attività sessuale 0.7 (0.3 – 1.8) NS

 

Sorgente: Lower Back Pain: Study Finds 9 Modifiable Triggers

Posted on 2 commenti

Influence of Hamstring Tightness in Pelvic, Lumbar and Trunk Range of Motion in Low Back Pain and Asymptomatic Volunteers during Forward Bending

I partecipanti con LOMBALGIA hanno mostrato restrizione di movimento nel bacino e e nella flessione di tronco, ma hanno mostrato ampiezze superiori della colonna lombare durante il test di flessione anteriore.

Sorgente: Influence of Hamstring Tightness in Pelvic, Lumbar and Trunk Range of Motion in Low Back Pain and Asymptomatic Volunteers during Forward Bending

RPG uno strumento terapeutico imprescindibile per risolvere cause e conseguenze della lombalgia

Posted on Lascia un commento

ATTIVATO CORSO: MANUALITA’ SPECIFICHE SU NERVI, ARTERIE E MENINGI NEL TRATTAMENTO CON LA RPG | AIRPG

CORSO ATTIVATO. ISCRIZIONI APERTE SINO AD ESAURIMENTO POSTI Corso Superiore in RPG SEDE: Milano DOCENTE: DANIEL REIS COSTO: 650€ DATA: 25 – 29 NOVEMBRE 2015 “Come proposi al Cong…

Sorgente: MANUALITA’ SPECIFICHE SU NERVI, ARTERIE E MENINGI NEL TRATTAMENTO CON LA RPG | AIRPG

Posted on Lascia un commento

CONNESSIONI ANATOMICHE DEL DIAFRAMMA: INFLUENZA DELLA RESPIRAZIONE

IL PRIMO GESTO TERAPEUTICO DELLA RIEDUCAZIONE POSTURALE GLOBALE: IL SOSPIRO

The diaphragm muscle not only plays a role in respiration but also has many roles affecting the health of the body. It is important for posture, for proper organ function, and for the pelvis and floor of the mouth. It is important for the cervical spine and trigeminal system, as well as for the thoracic outlet. It is also of vital importance in the vascular and lymphatic systems. The diaphragm muscle should not be seen as a segment but as part of a body system. To arrive at correct therapeutic strategies, we must see the whole and all the links highlighted in this paper. In presenting this review, we hope to have made a small contribution towards perceiving the patient as a whole and to have spurred new thinking.

Sorgente: Anatomic connections of the diaphragm: influence of respiration on the body system