Pubblicato il

GLOBAL POSTURAL REEDUCATION IN THE TREATMENT OF ADOLESCENT IDIOPATHIC SCOLIOSIS | DIMITROVA | FIEP Bulletin On-line

ABSTRACT: Il trattamento fisioterapico conservativo della scoliosi adolescenziale, non ha dimostrato un’efficacia duratura nella correzione delle curve. La Rieducazione Posturale Globale (RPG) è un metodo innovativo di correzione della postura sviluppato da Ph. Souchard.

Nonostante il metodo sia ampiamente utilizzato clinicamente per la prevenzione e la riabilitazione delle disfunzioni muscolo-scheletriche, la letteratura è ancora scarsa e fornisce risultati controversi. L’attuale studio si propone di valutare l’efficacia del metodo di RPG nel trattamento della scoliosi idiopatica dell’adolescente.

Quarantanove bambini (dai 10 ai 16 anni), con scoliosi idiopatica adolescenziale (angolo di Cobb tra 10 ° e 25 °), sono stati trattati presso il Dipartimento di Fisioterapia e studio privato per il periodo di 10 anni.

Furono randomizzati in due gruppi di trattamento. Il gruppo RPG (n = 26) ha effettuato  stretching delle catene muscolari, mentre il gruppo di controllo (n = 23) ha eseguito un programma di fisioterapia tradizionale, che comprendeva esercizi simmetrici per i muscoli del tronco, arti inferiori e superiori.

Nello studio clinico sono state ottenuti nel gruppo RPG differenze statisticamente significative  nella riduzione dei seguenti parametri: l’angolo di Cobb, la distanza della linea verticale tra occipite e solco gluteo, l’asimmetria scapolare e la deviazione verticale dell’apice per scoliosi (p <0.01).

Nel gruppo di controllo, questi risultati non sono migliorati in modo significativo. Un approccio terapeutico RPG appare più efficace rispetto a un programma di fisioterapia convenzionalmente usato nel trattamento della scoliosi idiopatica adolescenziale.

Sorgente: GLOBAL POSTURAL REEDUCATION IN THE TREATMENT OF ADOLESCENT IDIOPATHIC SCOLIOSIS | DIMITROVA | FIEP Bulletin On-line

Pubblicato il

Acufene oggettivo pulsante – Yacovino – 2015 – Clinical Case Reports – Wiley Online Library

L’acufene è una percezione di suono indesiderato, in molti casi, non vi è alcuna vera fonte fisica del suono e meno del 10% soffre di acufene pulsante. Se l’acufene può essere rilevata da un medico è definito come oggettivo. Nella maggior parte dei pazienti con acufene oggettivo pulsante ,  può essere identificata una eziologia curabile.

Sorgente: Objective pulsatile tinnitus – Yacovino – 2015 – Clinical Case Reports – Wiley Online Library

Pubblicato il

Revisione sistematica della letteratura di diagnostica per immagini della degenerazione della colonna vertebrale nelle popolazioni asintomatiche

AJNR Am J Neuroradiol. 2015 Apr;36(4):811-6. doi: 10.3174/ajnr.A4173. Epub 2014 Nov 27. Research Support, N.I.H., Extramural

Abstract
BACKGROUND E SCOPO:
Le alterazioni degenerative si trovano comunemente nella diagnostica per immagini della colonna vertebrale, ma spesso si verificano in soggetti senza dolore così come IN quelli con dolore alla schiena. Abbiamo cercato di stimare la prevalenza, per età, delle comuni condizioni degenerative della colonna vertebrale effettuando una revisione sistematica, studiando, in soggetti asintomatici, la prevalenza della degenerazione della colonna vertebrale all’imaging.
MATERIALI E METODI:
Abbiamo eseguito una revisione sistematica degli articoli con una prevalenza di reperti di imaging (TC o RM) in individui asintomatici dalla letteratura inglese pubblicata ad aprile 2014. Due revisori hanno valutato ogni manoscritto. Abbiamo selezionato gruppi di età per decade (20, 30, 40, 50, 60, 70, 80 anni), che determina le stime di prevalenza età-specifici. Per ogni risultato di imaging, abbiamo collocato un modello generalizzato lineare mixed-effects per la stima di prevalenza di clustering specifica per età nello studio, aggiustando per il punto medio dell’intervallo di età segnalata.
RISULTATI:
Trentatré articoli con report di imaging per 3110 individui asintomatici hanno incontrato i nostri criteri di inclusione dello studio. La prevalenza della degenerazione del disco in soggetti asintomatici è aumentata dal 37% per i ventennii al 96% per gli ottantenni. La prevalenza del bulging discale è aumentata dal 30% di questi 20 anni di età per 84% dei 80 anni di età. Protrusione del disco prevalenza è aumentata dal 29% per i ventenni al 43% per gli ottantenni. La prevalenza di fissura anulare è passata dal 19% per i ventenni al 29% per gli ottantenni.
CONCLUSIONI:
La degenerazione del rachide nei referti di imaging è presente in alte percentuali di individui asintomatici, aumentata con l’età. Molte caratteristiche degenerative di imaging-based sono probabilmente parte del normale invecchiamento e non associate al dolore. Questi risultati di imaging devono essere interpretati nel contesto delle condizioni cliniche del paziente.

Pubblicato il

Anatomia del Muscolo Supraspinatus

Educational video che descrive l’attività del muscolo sopraspinatus appartenente alla cuffia dei rotatori della spalla