Revisione sistematica della letteratura di diagnostica per immagini della degenerazione della colonna vertebrale nelle popolazioni asintomatiche

AJNR Am J Neuroradiol. 2015 Apr;36(4):811-6. doi: 10.3174/ajnr.A4173. Epub 2014 Nov 27. Research Support, N.I.H., Extramural

Abstract
BACKGROUND E SCOPO:
Le alterazioni degenerative si trovano comunemente nella diagnostica per immagini della colonna vertebrale, ma spesso si verificano in soggetti senza dolore così come IN quelli con dolore alla schiena. Abbiamo cercato di stimare la prevalenza, per età, delle comuni condizioni degenerative della colonna vertebrale effettuando una revisione sistematica, studiando, in soggetti asintomatici, la prevalenza della degenerazione della colonna vertebrale all’imaging.
MATERIALI E METODI:
Abbiamo eseguito una revisione sistematica degli articoli con una prevalenza di reperti di imaging (TC o RM) in individui asintomatici dalla letteratura inglese pubblicata ad aprile 2014. Due revisori hanno valutato ogni manoscritto. Abbiamo selezionato gruppi di età per decade (20, 30, 40, 50, 60, 70, 80 anni), che determina le stime di prevalenza età-specifici. Per ogni risultato di imaging, abbiamo collocato un modello generalizzato lineare mixed-effects per la stima di prevalenza di clustering specifica per età nello studio, aggiustando per il punto medio dell’intervallo di età segnalata.
RISULTATI:
Trentatré articoli con report di imaging per 3110 individui asintomatici hanno incontrato i nostri criteri di inclusione dello studio. La prevalenza della degenerazione del disco in soggetti asintomatici è aumentata dal 37% per i ventennii al 96% per gli ottantenni. La prevalenza del bulging discale è aumentata dal 30% di questi 20 anni di età per 84% dei 80 anni di età. Protrusione del disco prevalenza è aumentata dal 29% per i ventenni al 43% per gli ottantenni. La prevalenza di fissura anulare è passata dal 19% per i ventenni al 29% per gli ottantenni.
CONCLUSIONI:
La degenerazione del rachide nei referti di imaging è presente in alte percentuali di individui asintomatici, aumentata con l’età. Molte caratteristiche degenerative di imaging-based sono probabilmente parte del normale invecchiamento e non associate al dolore. Questi risultati di imaging devono essere interpretati nel contesto delle condizioni cliniche del paziente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *