Pubblicato il

Il nervo mediano

Il nervo mediano è un nervo misto che nasce dall’unione di due radici provenienti rispettivamente dal tronco secondario laterale e dal tronco secondario mediale del plesso brachiale. Comprende fibre provenienti da tutti i nervi del plesso (C5, C6, C7 e T1).

La Sindrome del tunnel carpale è una patologia molto comune causata  dalla compressione del nervo mediano con na sintomatologia caratterizzata da  formicolii e talvolta dolore alle prime tre dita della mano ed in parte al quarto dito.

Prima di un intervento chirurgico è sempre consigliabile tentare un trattamento conservativo con la Rieducazione Posturale Globale (PG-SOUCHARD), che spesso si rivela risolutivo

 

Pubblicato il

Sindrome da conflitto sub-acromiale – Il painful arc test

la Sindrome da conflitto (Impingment) sub-acromiale è una condizione caratterizzata da dolore percepito durante il movimento del braccio quando è elevato. Il dolore si fa sentire ad alcuni angoli durante il movimento ed è il risultato di una compressione di una qualsiasi delle strutture che passa attraverso lo spazio subacromiale.

I sintomi includono:
Dolore percepito in determinati angoli durante il movimento (arco doloroso) associato al sollevamento del braccio.
In alcuni casi il dolore si irradia lungo il braccio raggiungendo il gomito e talvolta sotto di esso.

L’immagine rappresenta il painful arc test che definisce l’arco doloroso di movimento in presenza di una Sindrome da conflitto sub-acromiale. Qualora il dolore compaia negli ultimi 10° di movimento, è significativo di un problema a carico dell’articolazione acromio-claveare.

Il fisioterapista RPGista esegue questo test in stazione eretta ed in posizione seduta per apprezzare la differenza di risposte dolorose legate alle diverse tensioni muscolari provocate dalle due posizioni.

Questo spazio potrebbe essere compromesso per molte ragioni:

  1. Dopo una caduta. per esempio sulla mano tesa.
  2. Anomala forma dell’Acromion (sebbene la relazione tra la forma dell’acromion e la rottura della cuffia dei rotatori non sia ancora ben stabilita, ma si osservano acromion di tipo II e di tipo III nei casi di strappo della cuffia dei rotatori). Come mostra l’immagine qui sotto c’è una marcata riduzione dello spazio subacromiale con acromion di tipo II e di tipo III (vedi la linea nera verticale)
  3. Osteoaritrite dell’articolazione acromioclavicolare.
  4. Speroni acromiali. Gli speroni possono compromettere lo spazio subacromiale, schiacciando le strutture di quello spazio quando il braccio è sollevato.
  5. Infiammazione di una delle strutture che attraversano questo spazio associato a gonfiore (borsite se la borsa è infiammata o tendinite se il tendine del bicipite o il tendine del sovraspinato sono infiammati).
  6. Pessima postura che altera la posizione di riposo della scapola sulla parete toracica.
  7. Cattivo controllo motorio o mancanza di coordinazione tra muscoli e squilibrio muscolare attorno al complesso articolare.
  8. Posizione elevata della testa dell’omero in relazione alla glena (in caso di tensione capsulare associata all’aumentata stifness dei muscoli sospensori del braccio).

Nei corsi di Rieducazione Posturale Globale vengono dati gli strumenti per poter risolvere questa sindrome e tutti i problemi ad essa associata

Pubblicato il

ESAME OBIETTIVO DELLA RADICE C8

LIVELLO MOTORIO

IL muscolo flessore profondo delle dita è innervato dal nervo mediano e ulnare ed è rappresentativo del livello radicolare C8, agisce flettendo la 3a falange del 2°, 3°, 4° e 5° dito; in contra­zione forzata flette anche le seconde falangi e coopera alla flessione delle prime falangi e della mano.

Nell’immagine viene rappresentato il test di forza muscolare del muscolo muscolo flessore profondo delle dita.

LIVELLO SENSITIVO

Il territorio cutaneo di innervazione specifico è la regione antero distale del quinto dito della mano

RIFLESSO OSTEOTENDINEO

Nessun riflesso

Pubblicato il

La Rieducazione Posturale Globale in pazienti con dolore cervicale cronico non specifico: analisi cross-over di uno studio randomizzato controllato

Un doveroso Grazie al Prof Paolo Pillastrini per aver pubblicato  un altro studio che dimostri come la RPG possa indurre effetti ipoalgesici, ridurre la disabilità e la chinesiophobia e migliorare la flesso/estensione nell’ambito, in questo specifico studio, del ROM cervicale

«La Rieducazione Posturale Globale in pazienti con dolore cervicale cronico non specifico: analisi cross-over di uno studio randomizzato controllato».

Obiettivo: Sono stati confrontati gli effetti della Rieducazione Posturale Globale (RPG) e di un intervento di Terapia Manuale (TM) in partecipanti con dolore cervicale cronico non specifico.

Metodi: È stata effettuata una analisi pre-trattamento e post-trattamento dei dati cross-over da un RCT. Settattantotto soggetti, affetti da dolore cervicale non specifico cronico, con età compresa tra 18 e 80 anni, hanno completato lo studio. Il gruppo che aveva ricevuto RPG è passato alla TM e il precedente gruppo trattato con TM ha ricevuto RPG per 9 sedute, una o due volte alla settimana. Le misure sono state valutate pre-trattamento e post-trattamento. Le misure di esito hanno incluso l ’intensità del dolore [Scala Analogo-Visiva (VAS)], la disabilità (Neck Disability Index), il range di movimento cervicale (ROM) e la chinesiofobia [Tampa Scale of Kinesiophobia (TSK)].

Risultati:La RPG effettuata sui partecipanti ha prodotto maggiori miglioramenti nel dolore [Difference (Diff)= -8.6; 95% CI= (-13.3; -3.8)], nella disabilità [Diff=-1.5; 95% CI=(-2.8; -0.1)], nella chinesiofobia (Diff=-1,8; 95% CI=(-3,2; -0,3)], e nella flesso/estensione cervicale [Diff=5,6; 95% CI=(1,8; 9,3)] rispetto al gruppo che ha ricevuto TM. Nel valutare il miglioramento clinico mediante le “Minimal Clinically Important Differences”, è risultato che la RPG abbia maggiormente ridotto in modo rilevante la disabilità cervicale rispetto alla MT [OR=2.13; 95% CI=(1.05; 4.35)], mentre il miglioramento del dolore non differiva tra i gruppi [OR=1,84, 95% CI=(0,85, 3,99)].

Conclusioni: Questi risultati all’interno del gruppo incrociato confermano i precedenti risultati di un RCT con lo stesso campione. La sequenza di trattamento (RPG-poi-TM vs TM-poi-RPG) non sembra indebolire gli effetti maggiori della RPG rispetto all’approccio TM per il dolore cervicale cronico. I nostri risultati suggeriscono che la RPG può indurre effetti ipoalgesici, ridurre la disabilità e la chinesiophobia e migliorare la flesso/estensione nell’ambito del ROM cervicale.

SORGENTE

Pubblicato il

I° CONGRESSO INTERNAZIONALE DI RIABILITAZIONE FASCIALE

Razionale

Il Congresso vuole proporre una visione unitaria dell’approccio riabilitativo nei contesti delle patologie dolorose che coinvolgono le strutture fasciali, intendendo con questo termine vari tessuti di struttura e funzione diversa: dal tessuto connettivo lasso al denso, dalle sierose ai legamenti viscerali, dal connettivo neurale a quello muscolare. È nostra opinione che per gli ambiti riabilitativi si debba sviluppare una integrazione tra la concettuale anatomica specificamente rivolta al tessuto fasciale di per sé, contestuale a quella proposta dalla Federative Committee on Anatomical Terminology (A fascia is a sheath, a sheet or any number of other dissectable aggregations of connective tissue that forms beneath the skin to attach, enclose, separate muscles and other internal organs), e quella funzionale intesa quale network della continuità tra diversi livelli gerarchici di organizzazione corporea che si realizza attraverso la struttura multidimensionale e multifunzionale delle fasce stesse.

Tutto quanto sopra si inscrive nell’ottica dell’unicità e della globalità dell’Essere Umano, dove gli ambiti terapeutici riabilitativi necessitano, per realizzarsi con beneficio, che si tenga in conto che il trattamento fasciale risulta incompleto qualora non si ripristini l’equilibrio corporeo. Allo stesso modo, se non si risolvono le resistenze fasciali, il trattamento riabilitativo degli aspetti neuromuscolari non può concorrere al ripristino di una dinamica corporea ottimale.

 

Per maggiori info consulta il Programma Scientifico

 

 

Iscrizioni

Quota di Iscrizione al Congresso: € 250,00 + iva (22%)      € 305,00

Quota ridotta: € 220,00 + iva (22%)    268,40 per i Fisioterapisti che hanno frequentato il corso base di Rieducazione Posturale Globale – RPG e che si iscrivono tramite l’AIRPG

 

Per iscriversi compilare la scheda di Iscrizione allegata ed inviarla all’indirizzo mail segreteria@airpg.it allegando anche:

  • Copia della ricevuta del bonifico (Intestazione: Associazione Italiana Rieducazione Posturale Globale, IBAN: IT 27 O 0623030545 000046467396) di € 268,40 con la seguente causale: Cognome e Nome della persona da iscrivereIscrizione I° Congresso Internazionale di Riabilitazione Fasciale – ROMA”;
  • Copia dell’attestato finale del Corso Base di Rieducazione Posturale Globale.
Pubblicato il

ESAME OBIETTIVO DELLA RADICE C7

LIVELLO MOTORIO

IL muscolo Tricipite Brachiale è innervato dal nervo radiale ed è rappresentativo del livello radicolare C7

Nell’immagine viene rappresentato il test di forza muscolare del muscolo Tricipite Brachiale.

LIVELLO SENSITIVO

Il territorio cutaneo di innervazione specifico è la regione antero distale del dito medio della mano

RIFLESSO OSTEOTENDINEO

Il riflesso tricipitale l’immagine ne esemplifica l’evocazione