Pubblicato il

Linee guida per il reporting di casi clinici

CARE: linee guida per il reporting di casi clinici

Joel J. Gagnier, Gunver Kienle, Douglas G. Altman, David Moher, Harold Sox, David Riley and the CARE GroupEvidence 2016;8(7): e1000147 doi: 10.4470/E1000147Pubblicato: 29 luglio 2016

Background. Un case report è la descrizione narrativa di un caso clinico per scopi clinici, scientifici o formativi. Considerata l’assenza di specifiche linee guida per il reporting, i case report mancano del rigore necessario per guidare la pratica professionale o informare il disegno di studi clinici.
Obiettivo. Sviluppare, disseminare e implementare linee guida per il reporting dei casi clinici.
Metodi. è stato utilizzato un processo di consenso in 3 step: 1) pre-meeting: revisione della letteratura e interviste per definire gli item da includere nelle linee guida per il reporting; 2) meeting di consenso: stesura della bozza delle linee guida per il reporting; 3) post-meeting: feedback, revisione della bozza, test pilota e stesura della versione finale delle linee guida per il reporting.
Risultati. Il processo di consenso, che ha coinvolto 27 partecipanti, ha portato alla stesura di una checklist di 13 item per il reporting dei casi clinici. Gli item principali di questa checklist sono: titolo, parole chiave, abstract, introduzione, informazioni sul paziente, dati clinici, timeline, valutazione diagnostica, interventi terapeutici, follow-up e outcome, discussione, punto di vista del paziente e consenso informato.
Conclusioni. Auspichiamo che l’implementazione delle linee guida CARE (CAse REport) da parte delle riviste biomediche migliorerà completezza e trasparenza dei case report pubblicati, permettendone una aggregazione sistematica che potrà informare il disegno di studi clinici, fornire tempestive informazioni su efficacia ed effetti avversi e migliorare l’assistenza sanitaria.

Copyright: © 2013 Gagnier et al. Questo è un articolo open-access, distribuito con licenza Creative Commons Attribution, che ne consente l’utilizzo, la distribuzione e la riproduzione su qualsiasi supporto esclusivamente per fini non commerciali, a condizione di riportare sempre autore e citazione originale.

Sorgente: Evidence – CARE: linee guida per il reporting di casi clinici

Pubblicato il

Impatto di una limitata flessibilità degli ischio-crurali su salto verticale, velocità di tiro, sprint, e agilità in giovani giocatori di football. – PubMed – NCBI

I risultati suggeriscono che la flessibilità dei muscoli Ischio-crurali sia un fattore chiave per l’esecuzione da parte di giovani calciatori delle competenze specifiche del calcio, come sprint, salto, agilità, e calciare. Questi risultati supportano la logica che la flessibilità muscolare deve essere specificamente addestrata in calciatori che iniziano in età precoce.

J Sports Sci. 2015;33(12):1293-7. doi: 10.1080/02640414.2015.1022577. Epub 2015 Mar 12.

Sorgente: Impact of limited hamstring flexibility on vertical jump, kicking speed, sprint, and agility in young football players. – PubMed – NCBI

Pubblicato il

RPG per la stiffness nella dorsi-flessione della caviglia valutabile con il Lunge Test

IL Lunge Test è un test in carico della caviglia per misurarne la libertà articolare. Questo è un test che ha dimostrato di avere buona affidabilità / ripetibilità (Bennell et al, 1998) e studi prospettici hanno anche dimostrato di essere predittivo di un infortunio (Pope et al, 1998; Gabbe et al, 2004).

Esecuzione del Test

  1. Il Paziente sta in piedi contro la parete con circa 10 cm di distanza tra i piedi e la parete.
  2. Il Paziente porta un piede dietro l’altro a distanza di un piede.
  3. Il Paziente piega il ginocchio anteriore fino a toccare la parete (mantenendo il tallone a terra).
  4. Se il ginocchio non può toccare la parete senza che il tallone si stacchi da terra, spostare piede più vicino al muro quindi ripetere.
  5. Se il ginocchio può toccare parete senza che il tallone si stacchi da terra, spostare il piede più lontano dalla parete quindi ripetere.
  6. Continuare a ripetere il passo 5 fino a quando anche il ginocchio  tocca la parete e il tallone rimane a terra.
  7. Misurare: a) Distanza tra parete e alluce (<9-10cm è considerato limitato) oppure b) L’angolo che creato dalla parte anteriore della tibia/stinco rispetto alla verticale (<35-38 gradi è considerato limitato)
  8. Cambiare il piede avanzato e testare l’altro lato (la simmetria è l’ideale)

Un test Lunge limitato suggerisce essenzialmente la presenza di una aumentata stiffness articolare nella dorsiflessione e la ricerca suggerisce che ciò aumenta il rischio di infortunio agli arti inferiori. Tale test infine può indicare la necessità  di un programma di allungamento.

LUNGE TEST
LUNGE TEST

Pubblicato il

APERTE LE ISCIZIONI AL CORSO BASE RPG MILANO BOLOGNA

RIEDUCAZIONE POSTURALE GLOBALE

CORSO BASE RPG BO

CORSO BASE RPG MI

Pubblicato il

Effetti della RPG sulla cinematica del passo in pazienti parkinsoniani: a pilot randomized three-dimensional motion analysis study. – PubMed – NCBI

RPG ROMANIA.002.jpg.001

Il metodo di Rieducazione posturale globale (RPG) è un metodo di fisioterapia basata sulla allungamento delle catene muscolari antigravitazionali con il miglioramento parallela del tono basale dei muscoli antagonisti indirizzata per migliorare la stabilità statica e dinamica. Attraverso un sistema di analisi del movimento tridimensionale (3DMA), il nostro studio si propone di indagare se per pazienti con malattia di Parkinson (MP), un programma RPG possa portare ad uno schema del passo più fisiologico. Sono stati calcolati i parametri cinematici del cammino di venti soggetti con diagnosi clinica di MP. I pazienti sono stati assegnati in modo casuale al gruppo di studio (10 o di controllo (10). Tutti i soggetti sono stati sottoposti a valutazioni neurologiche e 3DMA al momento dell’inizio (t 0), a 4 settimane (t 1, fine programma RPG), e alle 8 e 12 settimane (t 2 e t 3, valutazione di follow-up). Il gruppo di studio è stato sottoposto a un programma di quattro settimane di RPG, tre volte alla settimana, con sessioni individuali di 40 minuti. Sono stati valutati i parametri dell’andatura cinematica di coscia (T), ginocchio (K) e caviglia (a) e punteggio UPDRS-III. Alla fine del programma RPG, abbiamo osservato un miglioramento dello schema cinematico del passo, documentato dall’aumento dei valori KΔc e TΔc che esprimono rispettivamente l’ampiezza della flessione del ginocchio e coscia. Il miglioramento era persistente a valutazioni di follow-up, con un miglioramento parallelo dei parametri clinici. L’intervento RPG mostra una efficacia a lungo termine sul modello di deambulazione nei pazienti con MP. Inoltre, abbiamo validato 3DMA come un valido strumento per studiare la cinematica del cammino affinando così la comprensione degli effetti dei programmi specifici di riabilitazione.

 

Sorgente: Effects of Global Postural Reeducation on gait kinematics in parkinsonian patients: a pilot randomized three-dimensional motion analysis study. – PubMed – NCBI

Pubblicato il

Un giovane corridore maschio con una massa al ginocchio posteriore, non solo la tipica cisti di Baker — Abid et al. 2016 — BMJ Case Reports

Presentiamo il caso di un uomo di 28 anni con una massa crescente nel suo cavo popliteo destro provocando dolore da sforzo. La diagnosi differenziale comprendeva cisti di Baker, sindrome da intrappolamento dell’arteria poplitea, così come un tumore benigno o maligno. L’ecografia è stata aspecifica. MRI Follow-up del ginocchio ha dimostrato malattia avventiziale cistica (cystic adventitial disease CAD). Con solo circa 500 casi riportati in letteratura fin dalla sua scoperta nel 1947, CAD è un’entità rara. La malattia è caratterizzata da cisti mucinose o gelatinose nella arteriosa o venosa avventizia. La malattia è prevalentemente vista nell’ arteria poplitea e colpisce in genere i maschi in buona salute dalla quarta alla quinta decade di vita. Si presenta clinicamente come claudicatio intermittente da sforzo. L’esame del nostro caso e di una revisione della letteratura metterà in evidenza l’importanza di considerare CAD nei pazienti che riferiscono una massa poplitea e claudicatio intermittens.

preview

IMPORTANTE ESAME DIFFERENZIALE: si può verificare la presenza di battito a livello del piede e dell’arteria poplitea mentre il ginocchio è flesso – se  non si può sentire il battito, può essere un segno che l’arteria poplitea si restringe. Se invece  non si può sentire il battito a livello del piede o cavo popliteo mentre la gamba è diritta, ciò può indicare la presenza di un coagulo di sangue che blocca l’arteria poplitea. 

Sorgente: A young male runner with a posterior knee mass—not just your typical Baker’s cyst — Abid et al. 2016 — BMJ Case Reports

Pubblicato il

Gli effetti del riscaldamento, massaggio e stretching sul range di movimento e forza muscolare degli arti inferiori. – PubMed – NCBI

Sono stati misurati in otto volontari maschi gli effetti di generico riscaldamento, massaggio e stretching sul range di movimento (ROM) e la forza dei quadricipiti e dei muscoli ischio-crurali. La forza muscolare della coscia non è stata influenzata da procedure sperimentali. Lo stretching portato ad un aumento significativo del range di flessione dell’anca / estensione, abduzione dell’anca, la flessione del ginocchio, e dorsiflessione della caviglia; l’effetto è stato significativamente maggiore di quello ottenuto dal massaggio e dal riscaldamento separati o combinati. Solo la flessione dorsale della caviglia stata influenzata dal massaggio o il riscaldamento, mentre lo stretching ha influenzato tutti i gruppi muscolari testati. Lo Stretching fu dunque superiore agli altri metodi testati per aumentare la flessibilità negli arti inferiori.

Sorgente: Effects of warming up, massage, and stretching on range of motion and muscle strength in the lower extremity. – PubMed – NCBI

Pubblicato il

GLOBAL POSTURAL REEDUCATION IN THE TREATMENT OF ADOLESCENT IDIOPATHIC SCOLIOSIS | DIMITROVA | FIEP Bulletin On-line

ABSTRACT: Il trattamento fisioterapico conservativo della scoliosi adolescenziale, non ha dimostrato un’efficacia duratura nella correzione delle curve. La Rieducazione Posturale Globale (RPG) è un metodo innovativo di correzione della postura sviluppato da Ph. Souchard.

Nonostante il metodo sia ampiamente utilizzato clinicamente per la prevenzione e la riabilitazione delle disfunzioni muscolo-scheletriche, la letteratura è ancora scarsa e fornisce risultati controversi. L’attuale studio si propone di valutare l’efficacia del metodo di RPG nel trattamento della scoliosi idiopatica dell’adolescente.

Quarantanove bambini (dai 10 ai 16 anni), con scoliosi idiopatica adolescenziale (angolo di Cobb tra 10 ° e 25 °), sono stati trattati presso il Dipartimento di Fisioterapia e studio privato per il periodo di 10 anni.

Furono randomizzati in due gruppi di trattamento. Il gruppo RPG (n = 26) ha effettuato  stretching delle catene muscolari, mentre il gruppo di controllo (n = 23) ha eseguito un programma di fisioterapia tradizionale, che comprendeva esercizi simmetrici per i muscoli del tronco, arti inferiori e superiori.

Nello studio clinico sono state ottenuti nel gruppo RPG differenze statisticamente significative  nella riduzione dei seguenti parametri: l’angolo di Cobb, la distanza della linea verticale tra occipite e solco gluteo, l’asimmetria scapolare e la deviazione verticale dell’apice per scoliosi (p <0.01).

Nel gruppo di controllo, questi risultati non sono migliorati in modo significativo. Un approccio terapeutico RPG appare più efficace rispetto a un programma di fisioterapia convenzionalmente usato nel trattamento della scoliosi idiopatica adolescenziale.

Sorgente: GLOBAL POSTURAL REEDUCATION IN THE TREATMENT OF ADOLESCENT IDIOPATHIC SCOLIOSIS | DIMITROVA | FIEP Bulletin On-line

Pubblicato il

Influence of Hamstring Tightness in Pelvic, Lumbar and Trunk Range of Motion in Low Back Pain and Asymptomatic Volunteers during Forward Bending

I partecipanti con LOMBALGIA hanno mostrato restrizione di movimento nel bacino e e nella flessione di tronco, ma hanno mostrato ampiezze superiori della colonna lombare durante il test di flessione anteriore.

Sorgente: Influence of Hamstring Tightness in Pelvic, Lumbar and Trunk Range of Motion in Low Back Pain and Asymptomatic Volunteers during Forward Bending

RPG uno strumento terapeutico imprescindibile per risolvere cause e conseguenze della lombalgia

Pubblicato il

SGA PER PARAPLEGICI – ABILI SI DIVENTA

I Repetitive movement patterns, assolutamente necessari nell’espletamento delle ADL e dei conseguenti allenamenti, incoraggiano “l’arrotolamento” e l’elevazione della scapola con la rotazione interna dell’omero (Curtis et al, 1999) ed in particolare la sindrome da conflitto cronica.

I gesti ripetuti per attuare i passaggi posturali, le attività ludico-sportive che obbligano ad un sovraccarico degli arti superiori, richiedono la presenza sia di forza sia di flessibilità a livello della spalla, al fine di evitarne l’usura (Ballinger et al 2000; Curtis et al., 1999; Gironda et al., 2004; Samuelsson et al.,2004; Alm et al., 2008; Fliess-Douer et al., 2012).

Se ci è ben chiara la fisiopatologia dei muscoli tonici posturali, i cui effetti a livello morfologico sono particolarmente evidenti e spesso invalidanti, non possiamo che approvare la decisione di Curtis et al. sebbene limitata a gruppi anteriori della spalla e di Mulroy et al., 2011a 2011b Nawoczenski DA 2006 Nash MS 2007 estendendola a tutti i gruppi muscolari del cingolo.

 

Riassumendo in modo sintetico, lo SGA si distingue per i seguenti punti:

  • lentezza delle progressioni,
  • tempo di mantenimento dell’allungamento,
  • globalità degli stiramenti in conformità all’organizzazione delle “catene” di coordinazione neuromuscolare,
  • controllo dei compensi,
  • contrazioni a bassa intensità dei muscoli stirati,
  • attenzione che viene sempre posta all’allungamento dei muscoli della colonna vertebrale,
  • espirazione profonda. (Souchard 2012)
  • Ognuno degli esercizi descritti può avere una durata di circa tre minuti.
  • È fondamentale tenere presente che la forza esercitata dal soggetto, e dal suo aiutante, durante l’esecuzione degli esercizi di SGA è minima, non intendendo questa avere alcun valore prestativo ma volendo essere uno strumento utile ai fini dell’allungamento muscolare.

CLICCA PER ACQUISTARE